© 2014 scommesseformula1.it - Tutti i diritti riservati.

Home Scommesse Online Scommesse Live Altre Scommesse Banking Regole

Scommesse Formula 1

Il portale seleziona solo i migliori bookmakers che offrono le scommesse Formula 1. Anche se aggiornati i bonus potrebbero essere cambiati, visionare sempre il sito ufficiale.

Leggi che regolano le scommesse sportive in Italia

Una scommessa sportiva è, per definizione, un gioco d’azzardo in cui una persona pronostica il risultato di un avvenimento sportivo futuro (o in tempo reale). Lo scommettitore decide dunque di impegnare parte del proprio denaro presso un bookmaker, il quale decide e applica delle quote, grazie alla quali verrà stabilita l’entità della vincita. La stragrande maggioranza degli eventi sportivi sono oggetto delle scommesse sportive, a partire dal calcio fino ad arrivare alla Formula 1, passando per gli sport motoristici (corse automobilistiche e corse motociclistiche), il basket, l’ippica, l’hockey su ghiaccio, il tennis e tanti altri.

In Italia sono molte le persone che amano pronosticare i risultati sportivi e scommettere denaro su di essi. Il dato statistico per quanto riguarda le giocate in Italia è in continua crescita. Si pensi che l’importo annuo di gioco in Italia supera costantemente gli 80 miliardi di euro. Gli italiani amano il gioco d’azzardo e i bookmaker inglesi, e non solo, ci vanno a nozze. A livello europeo l’Italia si piazza al terzo posto per volume del gioco d’azzardo, alle spalle di Inghilterra e Germania, ma non molto lontana.

L’avvento della possibilità di fare pronostici e scommettere online, ma non solo questo, anche la possibilità di accedere a casinò online, giocare a poker o blackjack od altri, è stato il motivo principale di questa incredibile crescita dei dati statistici per il gioco d’azzardo in Italia.

Con il passare del tempo e con il sempre costante aumento della passione degli italiani per il gioco online sono nati anche i primi bookmaker italiani (uno su tanti, il più importante, IZIPLAY) ma ancora prima sono giunti dall’estero quelli stranieri: Unibet, Bwin, Bet365, eurobet, 888sport e tra gli ultimi arrivati WilliamHill. Solo per citarne alcuni, i più importanti.

I bookmaker, per poter operare in modo legale all’interno del suolo Italiano devono ottenere la licenza rilasciata dall’AAMS, l’organo del Ministro dell’Economia e delle Finanze italiano. Questo, gestisce, sotto ogni aspetto, il settore del gioco pubblico in Italia. Trattandosi il gioco d’azzardo influente nell’ambito sociale, è stata considerata necessaria una normativa con l’intento di rendere sicuro ed affidabile l’apparato tecnologico e allo stesso tempo renderlo regolamentare. I bookmaker che non rispettano i requisiti per ottenere la licenza AAMS non hanno il diritto di operare sul suolo italiano e di conseguenza i rispettivi siti vengono oscurati dallo stato Italiano. Ogni bookmaker con licenza deve esporre nel proprio sito l’emblema dell’AAMS con il rispetto numero di licenza. Qualsiasi scommessa piazzata sui siti con licenza AAMS e consultabile direttamente nel sito di AAMS.

Le scommesse online vengono introdotte con il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 31 maggio 2002 che disciplina l’accettazione telefonica e telematica delle scommesse sportive in attuazione del decreto ministeriale 15 febbraio 2001, n.156. Con questo decreto è consentito scommettere per via telematica sugli eventi sportivi, previa stipula di un contratto tra scommettitore e concessionario. Da ultimo interviene anche la l. N. 289 del 2002 (finanziaria 2003), la quale, con l’art. 22, siciplina il trasferimento delle concessioni, preoccupandosi dell’idoneità dei locali e della razionale distribuzione degli stessi nel nterritorio, e stabilische espressamente che alle procedure concorrenziali di affidamento delle concessioni possono partecipare anche le società capitali.

Questi massicci interventi statali sono finalizzati a contrastare prima di tutto le gestioni illecite, ad esempio bookmakers che operano senza licenza, mettendo in atto l’oscuramento dei siti internet irregolari.